Asger Jorn

Jorn-artista

Vejrum, 1914 – Aarhus, 1973

Asger Jorn (Asger Oluf Jorgensen) nasce il 3 marzo 1914 a Vejrum, nello Jutland danese. I primissimi quadri di Jorn rappresentano paesaggi, nature morte e ritratti, nei quali si rileva l’influenza dell’arte di quel periodo. Nel 1936 si trasferisce a Parigi per lavorare nell’Académie Contemporaine di Fernand Léger. Le prime decorazioni di grande formato nascono nel 1937 su incarico di Le Corbusier, per il Pavillon des Temps Nouveaux nell’esposizione universale di Parigi. Le prime opere dell’artista denotano l’influsso di Max Ernt, Joan Mirò e Paul Klee. L’artista sperimenta un linguaggio formale astratto-geometrico, sviluppa uno stile pittorico spontaneo e suggestivo ed un linguaggio figurativo che si collocano tra l’astrazione e il realismo.

Nel 1947 partecipa al Centre de documentation sur l’art d’avant-garde nell’ambito del Congresso Internazionale di Parigi, dove conosce Christian Dotremont. Nel 1948 i due collaborano per la prima volta alla realizzazione di peintures-mots e fonda lo stesso anno il gruppo artistico Cobra insieme a Karel Appel, Constant, Corneille, Christian Dotremont e Joseph Noiret. Apporta il suo importante contributo scrivendo sulla rivista Cobra e partecipa alle esposizioni del gruppo nel Museo Stedeijk di Amsterdam nel 1949, nel Palazzo delle Belle Arti di Brixelles e a Liegi nel 1951. Nel 1954 trasferitosi a Parigi è tra i fondatori del Mouvement International pour un Bauhaus Imaginiste che esisterà fino al 1958.

La fama a livello internazionale di Jorn esplode alla fine degli anni Cinquanta. Tra il 1957 e 1961 è tra i membri fondamentali del gruppo artistico Internazionale Situazionista. La sua carriera ha visto il secondo apogeo negli anni 1970-72.