Katrin Fridriks

katrin fridriks artista

Reykjavik, 1974

Katrin Fridriks nata nel 1974 a Reykjavik, Islanda, è un’artista e pittrice astratta che nella sua opera esplora la velocità, la gravità, la crescita e l’interazione tra uomo e natura tramite l’utilizzo di diversi media. La sua notorietà si basa principalmente sui suoi dipinti e sulle installazioni pittoriche ma un altro elemento importante nel suo lavoro è il legame con la land art. Le sue creazioni pittoriche, infatti, si trovano spesso integrate all’interno d’installazioni site-specific che superano i limiti della pittura tradizionalmente concepita.

Traendo inspirazione ad esempio dalla pop art e dalla street art, ma anche dalle arti calligrafiche, Katrin Fridriks dipinge composizioni astratte e ipercinetiche, affollate da turbinii di colori vivaci, così come grandi installazioni, affrontando questioni ambientali e politiche quali la ricerca genetica e l’esaurimento delle risorse naturali.

Fridriks ha dipinto opere monocromatiche in bianco e nero così come lavori ricchi di colore le cui pennellate hanno stimolato confronti con l’opera di Jackson Pollock. Oggi Katrin Fridriks vive e lavora in Lussemburgo. Ha esposto a livello internazionale (Londra, Berlino, Los Angeles, Seoul), ha ricevuto premi e sovvenzioni di alto profilo da parte del Ministero della Cultura in Lussemburgo nel 2009, dal Governo Francese per lo Stadio Olimpico di Nîmes nel 2007, e, tra gli altri, dalla Goss-Michael Foundation per il MTV Re-define project nel 2011 e nel 2014, dalla Fondazione Ralph Lauren nel 2010, dalla Biennale di Liverpool e dall’Icelandic Art Center nel 2008. Fridriks è stata inoltre invitata ad esporre dalla Global Art Affairs Foundation presso Palazzo Bembo, nell’ambito della Biennale di Venezia del 2015.

opere selezionate