Shōzō Shimamoto

shozo-shimamoto-artista

Osaka, 1928 – 2013

Shōzō Shimamoto, nato a Osaka nel 1928, è uno dei più importanti esponenti, nonché co-fondatore, del Movimento artistico Gutai, formatosi nel 1954 nella regione del Kansai, in Giappone, assieme agli artisti Jirō Yoshihara, Akira Kanayama, Saburo Murakami e Kazuo Shiraga. Le loro attività hanno anticipato i grandi cambiamenti dell’arte occidentale dei primi anni Sessanta. Il nome del movimento, Gutai bijutsu kyokai, in giapponese significa Associazione dell’Arte concreta. La loro attività artistica è infatti prevalentemente rivolta alla ricerca dell’espressività intrinseca della materia colore presa nella sua individualità, non più distorta o comunque comandata dalla gestualità del pennello, ma lasciata libera di esplicarsi nella sua corporeità.

Impegnato nell’insegnamento accademico presso la Kyoto University of Education, il Maestro è stato Presidente della Takarazuka University of Art and Design e dell’Associazione Giapponese Artisti Disabili. Le sue opere si trovano nei maggiori musei del mondo, tra cui Tate Gallery, Centre Pompidou, Galleria di Arte Moderna di Roma, Art Museum di Berna, Galleria d’arte Moderna di Venezia e in quasi tutti i musei giapponesi. I suoi lavori sono stati esposti in una serie di mostre museali di grande rilievo, tra cui al Museo Solomon R. Guggenheim (New York), Museo di Arte Contemporanea (Los Angeles), Modern Museet (Stoccolma) e Jeu de Paume (Parigi), e sono inoltre inclusi nelle collezioni permanenti di Tate Modern (Londra), Art Institute (Chicago), Museo Nazionale di Arte Moderna (Roma) e in quasi tutti i musei giapponesi. Shimamoto è morto a Osaka nel 2013 all’età di 85 anni.

opere selezionate