CoBrA e origini

24 Settembre | 13 Novembre, 2020

Dellupi Arte è felice di annunciare l’apertura della prossima stagione espositiva con la mostra CoBrA e origini, visibile in galleria dal 24 settembre al 13 novembre. La mostra comprende una selezione di dipinti dei principali esponenti del movimento CoBrA in dialogo con opere di Enrico Baj e Pinot Gallizio. Il progetto vuole concentrarsi su un periodo artistico tra i più vitali nell’Europa del secondo dopoguerra, quando tra gli anni cinquanta e sessanta, grazie al legame di Asger Jorn e Karel Appel con i due artisti italiani, il linguaggio pittorico promosso dai CoBrA si fonde con le tendenze informali italiane.
Pensieri comuni e interessi condivisi uniscono Jorn e i due artisti italiani. Su suggerimento di Enrico Baj, nel 1954 Jorn si trasferisce ad Albissola – allora centro internazionale di sperimentazione e creatività – dove organizza un Incontro internazionale della ceramica, a cui partecipano, tra gli altri, anche gli artisti CoBrA Karel Appel e Guillaume Corneille. Ad Albissola, Jorn entra in contatto con Pinot Gallizio, con cui l’anno successivo fonda ad Alba il Laboratorio Sperimentale del Movimento Internazionale per una Bauhaus Immaginista e, nel 1957, l’Internazionale Situazionista.
La presenza ricorrente di personaggi, teste, animali è un tratto che accomuna le opere in mostra. L’antropomorfismo e la trasformazione della figura prendono vita in Enrico Baj in un’iconografia favolistico-grottesca, ricreata attraverso la matericità della superficie pittorica – come in Petit Enfant, 1957 – oppure valorizzando texture e polimaterismo, come nello straordinario assemblage Femme au diapason del 1960. Qui stoffe, medaglie, spille e vetri danno vita a figure tanto intense quanto espressive.
Tracce di figuralità si ritrovano anche in Untitled, 1955, di Jorn e nell’opera museale La nurse, 1950, di Karel Appel, in cui campiture cromatiche e marcate linee di contorno amplificano la pennellata materica ed espressiva.
L’idea, condivisa anche da Jorn, di pittura “libera” è alla base della poetica di Pinot Gallizio, artefice di una molteplicità di linguaggi espressivi, in costante equilibrio tra figurazione e astrazione. Il monumentale L’albero della vita del 1960-1961, tra i focus della mostra insieme ad altre opere dell’artista, è esemplare di una pittura incredibilmente vitale, in cui forme all’apparenza geometriche vengono assemblate in maniera inedita così da integrarsi in composizioni ritmate e altamente espressive.
CoBrA e origini vuole essere un omaggio a una fervida stagione artistica ma anche la riscoperta di un’idea di pittura che trova in Pinot Gallizio nello specifico un protagonista indiscusso nel panorama storico-culturale del periodo.
Completano la mostra anche opere di Corneille e Constant.

Scheda della mostra

Titolo: CoBrA e origini
Sede: Via Spinola, 8 – Milano
Date: 24 Settembre | 13 Novembre, 2020
Info: 02 4695211 – info@dellupiarte.com

Guarda la mostra su

instagram default popup image round
Follow Me
502k 100k 3 month ago
Share

Catalogo richiesto:

CoBrA e origini

Artista richiesto:

CoBrA e origini